Pablo Escobar, una sua villa da 10 milioni in Colombia versa in stato di abbandono

È uno dei criminali più famosi del mondo, era considerato “l’imperatore della cocaina”. Con lo spaccio di droga è diventato anche uno dei criminali più ricchi del mondo, con un patrimonio di miliardi e miliardi di dollari negli anni ‘80. Di Pablo Emilio Escobar Gaviria se n’è parlato in lungo e largo, così come delle sue attività illecite, di un regno sanguinario e terribile in Colombia. Lui che controllò per anni il potente cartello della droga di Medellin, si è arricchito e ha fatto qualsiasi cosa per proteggere la sua attività illecita. Ma sperperò anche ingenti somme per esaudire i suoi desideri. E così via milioni di dollari in aerei, elicotteri, e addirittura, scrive il The Sun, due sottomarini per il trasporto di cocaina.

Ma soprattutto ville. Nel patrimonio immobiliare di Escobar c’erano numerosi immobili – persino uno zoo – tra cui molte proprietà che nascondevano ovviamente riserve di contanti e cocaina. Tra queste non fa eccezione un lussuoso rifugio del criminale a Guatape, in Colombia, che adesso si trova in uno stato di abbandono, ricoperto di vegetazione. Si chiama “La Manuela”, come una figlia del criminale, la villa che il tabloid britannico ha mostrato di recente. Una proprietà dal valore di 10 milioni di dollari, che si affaccia su un lago artificiale. Sequestrata dal governo colombiano alla fine degli anni ’90, nelle misure per reprimere il traffico di droga, nel 1993 è stata fatta esplodere dalla banda rivale di Escobar, nel tentativo di cancellare ogni traccia della sua eredità. Da quel momento le condizioni della tenuta sono imbarazzanti.

Un tempo, pensate, vantava un campo da tennis, un campo da calcio, che all’occorrenza diventava un eliporto, scuderie, piste per motociclette e una forza di sicurezza composta da 120 uomini. Ma anche una piscina ora abbandonata a sé stessa. È considerata la seconda villa preferita da Escobar, che pochi mesi dopo l’esplosione della casa, scrive ancora il The Sun, è stato ucciso dalle autorità. Il suo destino è ancora in bilico, con il governo che deve scegliere cosa fare eticamente con queste costruzioni legate a personaggi come Escobar, dopo aver represso il “narco-turismo”.

[📸 Alamy / IPA]

Tags: Casa , Colombia , Pablo Escobar