Pisa, coppia omosessuale cacciata dallo stabilimento balneare dopo essersi scambiata un bacio

Secondo quanto riportato dal quotidiano “Il Tirreno”, qualche giorno fa sul litorale pisano avrebbe avuto luogo un episodio di discriminazione ai danni di una coppia omosessuale. Due ragazzi, infatti, arrivati nel pomeriggio e intenti a prendere il sole dopo aver noleggiato due sdraio e un ombrellone, sarebbero stati invitati a lasciare lo stabilimento a causa… di un bacio.

«Ufficialmente perché lo stabilimento doveva chiudere anche se è stato detto solo a noi e molte altre persone hanno continuato a restare in spiaggia» dichiara la coppia, la quale ha prontamente letto dietro i motivi dell’allontanamento dalla spiaggia una natura diversa da quella rivelata loro. Alla richiesta di ulteriori chiarimenti, infatti, il bagnino incaricato della supervisione del lido avrebbe sentenziato: «Se volete fare certe cose potete andare alla spiaggia libera e restare lì anche tutta la notte».

A quest’ultimo, successivamente, si sarebbe aggiunto anche il commento della titolare dello stabilimento «Certi atteggiamenti davanti ai bambini non vanno bene». Inoltre, quando i due ragazzi avrebbero fatto presente di non aver compiuto alcun gesto disdicevole, ma affermato altresì di essersi scambiati un semplice gesto di affetto tra fidanzati, la titolare si sarebbe successivamente allontanata senza replicare ulteriormente lasciando il bagnino a minimizzare quanto appena accaduto.

Tags: Il Tirreno , LGBTQIA+ , Pisa