Prada, la mostra a tema archeologico e sostenibile a Milano

Fondazione Prada ospiterà, dal 17 novembre al 27 febbraio, una mostra sostenibile a tema archeologico che riporterà in vita le opere appartenenti all’antichità greca, romana, al Medioevo e al Barocco. Si chiama “Recycling Beauty” e prende spunto dalla bellezza del passato per stimolare i sensi della contemporaneità, attraverso la chiave di lettura dell’archeologo Salvatore Settis. L’esposizione, a cura di Anna Anguissola con Denise La Monica, riflette sul senso di attualità dei grandi classici, con la loro duplice funzione ereditaria ma sempre fortemente vitale.

Miuccia Prada e Patrizio Bertelli interpretano la sostenibilità e l’upcycling artistico in chiave archeologica e fanno rivivere le opere dei tempi antichi nella dimora di Fondazione Prada, negli spazi del Podium e della Cisterna, su progetto degli architetti Rem Koolhaas con Giulio Margheri. I capolavori esposti sono oltre cinquanta e appartengono a musei italiani e internazionali. Tra questi spicca la Statua Colossale di Costantino (IV secolo d.C) – una delle più importanti opere romane tardo-antiche – i cui resti sono a Roma, nel cortile del Palazzo dei Conservatori.

La mostra vuole far focalizzare il visitatore sul concetto del riuso e sulla relazione visuale e concettuale tra gli elementi antichi e il contesto post-antico, in cui sono stati posizionati. L’opera del passato viene così riattivata attraverso gli spazi in cui è collocata, abbandonando la sua condizione iniziale di rovina.

[Crediti foto: fondazioneprada.org]

Tags: archeologia , esposizione , Fondazione Prada , Milano , mostra , Prada , Salvatore Settis , upcycling