Regina Elisabetta II: il significato dei fiori posti sul feretro della sovrana durante i funerali

I fiori celano significati profondi, sono simboli la cui potenza sa manifestarsi senza eguali e spesso vale più di mille parole. Oggi, lunedì 19 settembre, sono stati celebrati i funerali della Regina Elisabetta preceduti da un lungo corteo volto a trasportare il feretro della regina da Westminster Hall all’Abbazia di Westminster.

Durante la processione, spiccava la corona di fiori posata sulla bara e sembra che sia stato proprio re Carlo III a volere fosse composta da fiori e fogliame provenienti dai giardini di Buckingham Palace, Clarence House e Highgrove House.
In una dichiarazione rilasciata da Buckingham Palace si legge infatti che «su richiesta del re, la corona floreale contiene foglie di rosmarino, quercia inglese e mirto (tagliate da una pianta coltivata dal mirto del bouquet da sposa della regina) e fiori, nei toni dell’oro, rosa e bordeaux intenso, con tocchi di nianco tagliati dai giardini delle Residenze Reali».

Un forte significato simbolico dunque: dal rosmarino “per ricordo”, al mirto che è “l’antico simbolo di un matrimonio felice”. La corona contiene anche quercia inglese che “simboleggia la forza dell’amore”.
Nella corona floreale sono presenti anche rose, ortensie autunnali e dalie tra gli altri. Inoltre, sempre «su richiesta di Sua Maestà, la ghirlanda è realizzata in modo totalmente sostenibile, in un nido di muschio inglese e rami di quercia, e senza l’uso di schiuma floreale».

Non mancano inoltre la corona reale della sovrana, lo scettro e una nota di suo figlio, il nuovo sovrano: «In amorevole e devota memoria. Carlo R.».

Tags: Regina Elisabetta