Roberto Benigni dedica il Leone d’Oro a Nicoletta Braschi: “Per me sei stata amore a eterna vista”

Venezia 78 ha aperto i battenti ma tra abiti scintillanti, interviste e proiezioni, i flash si sono concentrati soprattutto per Roberto Benigni. L’attore toscano, accompagnato dalla moglie Nicoletta Braschi, ha ricevuto il Leone d’Oro alla Carriera. Il Premio Oscar è stato accolto dalla standing ovation del pubblico in sala.

“Si parla sempre di emozione ma qui si va al di sopra, il sentimento è sommità fiorita e io ora provo un sentimento di amore per voi, di gratitudine immensa che non so come ricambiare se non rimandandola indietro decuplicata – ha detto all’inizio del suo discorso Benigni – Io mi meritavo un gattino, ma un leone è il premio più prestigioso, lucente e luminoso che si possa sognare in Italia e nel mondo. Chi riceve un dono così grande può solo ringraziare. E’ un ringraziamento che faccio a tutti coloro che mi hanno voluto bene e hanno creduto in ciò che facevo, dalle prime persone. Io vengo dal nulla, da una povertà aristocratica, e tante persone mi hanno aiutato in questo viaggio che mi ha portato qui”.

Le parole più profonde arrivano in chiusura e sono tutte per Nicoletta Braschi, moglie, compagna di vita e di set, musa ispiratrice a cui il regista di “La vita è bella” ha voluto dedicare il premio. “Alla fine di questo viaggio, mi prendo qualche momento per dedicare poche parole a una persona che è nell’apice dei miei pensieri, che è qui stasera, la mia attrice prediletta, Nicoletta Braschi, alla quale non posso dedicare questo premio, perché questo premio è tuo, ti appartiene, abbiamo fatto tutto insieme. Io so misurare il tempo solo in con te e senza di te. Possiamo dividere questo premio, io prendo la coda per manifestare la gioia e le ali sono tue, perché se qualcosa che ho fatto ha preso il volo è grazie a te. Gli uomini sono donne che non ce l’hanno fatta, come diceva Groucho Marx. Quello di bello che ho fatto è stato attraversato dalla tua luce. Per me sei stata un amore a prima vista, anzi, a eterna vista”.

Tags: Leone d'Oro , Mostra del Cinema di Venezia , Nicoletta Braschi , Roberto Benigni