Sai che anche Beyoncè amava lo y2k?

Non è facile rubare la scena sul red carpet ma l’impresa si fa ancora più ardua quando si tratta di portare le vesti di una regina durante la vita di tutti i giorni. Per Beyoncé questo è un gioco da ragazzi e nel corso della sua lunga ed entusiasmante carriera si è affermata come una sovrana incontrastata, oltre che del pop soul, anche della moda. Dopo l’uscita dell’album “Renaissance”, che dopo 6 anni di silenzio ci sta facendo emozionare, ballare e perfino discutere, scopriamo i migliori outfit street style paparazzati della cantante, attrice e stilista più camaleontica del panorama americano. Dagli esordi come solista, in cui si è auto proclamata reginetta della tendenza Y2K del momento, fino agli anni d’oro – che per lei sembrano non finire mai. E poi l’amore per la sua borsa Telfar, le scollature provocanti e le sfumature più esotiche dei suoi outfit, che lasciano comunque spazio alle declinazioni bon ton, in pieno stile business woman. Perché si parla così tanto di Beyoncé? Perché per più di vent’anni non ha mai smesso di stupire ed affascinare, portando in scena non una, bensì mille personalità di donne racchiuse in un unico immacolato personaggio.

Dal look total denim abbinato al celebre cappellino degli Yankees per TRL, fino alla tuta in velour firmata Juicy Couture e gli occhiali dalla lente sfumata, paparazzata per le strade di New York. Nei primi anni 2000 Beyoncé abbracciava ed esaltava lo stile del momento, probabilmente ancora ignara del fatto che da lì a qualche anno, sarebbe stata lei a tenere le redini dei nuovi trend femminili.

Non solo scollature e giochi di trasparenza, Beyoncé sa catturare la scena anche con abbinamenti strutturati che coprono con dettagli curati il suo corpo statuario. Come ci riesce? Con un sapiente gioco di accessori e layering, ovviamente! Nell’inverno 2005, a Madison Square Garden, ha sfoggiato un outfit indimenticabile composto da jeans morbidi, stivali cowboy, borsa e cintura in pelle chiara abbinata, piumino color rosa salmone e una morbidissima sciarpa annodata. E con un solo outfit, ha riassunto l’estetica di un intero decennio.

Se oggi si parla di coconut girl, bisogna sapere che Beyoncé è stata la prima a lanciare il trend, ancora prima che queste micro tendenze popolassero il web. Chioma riccia e naturale, camicetta stampata tropicale, short sportivo e brillante, una cascata di collane sovrapposte e una borsetta in tessuto leopardato per la spiaggia: così Mrs. Carter ha passato le sue vacanze a Saint Tropez, nel 2010, indimenticabile nei colori esotici che più valorizzano il suo incarnato.

La seconda decade del 2000 è stata un palcoscenico di abbinamenti street style variopinti e contrastanti per Beyoncè. Dai lunghi abiti animalier e ornamentali alle salopette boyfriend oversize, passando per look total pink dall’aura naïf e giocosa, fino ai completi bon ton a righe e ai power look da business woman. Insomma, un universo di influenze stilistiche ineccepibili e sorprendenti, che ci dimostrano che la femminilità, secondo Beyoncè, può incarnare infinite sfumature differenti.

Segue poi un solo amore: il Telfar! Ne ha cantato perfino in un brano del suo nuovo album, innalzando inevitabilmente il livello di coolness del brand newyorkese. E come ci ha dimostrato negli scorsi due anni, Queen Bey è la fan numero uno della borsa tote Telfar, squadrata e chic. L’anno scorso l’ha sfoggiata, nella sua versione bianca, nel centro di New York, abbinandola a degli ampi pantaloni floreali e ad una camicetta annodata. E ovviamente, ha reso pubblico il suo amore anche con una foto sul suo profilo instagram!


A cura di Silvia Zardini

Tags: Beyonce , Queen Bay , Renaissance , Telfar , Y2K