Saks: cosa significa l’accordo da 2,65 miliardi di dollari con Neiman per il settore beauty?

La Hudson’s Bay Co. ha raggiunto la scorsa settimana un accordo per acquisire Neiman Marcus Group per 2,65 miliardi di dollari, riunendo il rivenditore di lusso con Saks Fifth Avenue come “Saks Global”. Anche Amazon è stato rivelato come investitore a sorpresa nell’accordo, che è in attesa di approvazione da parte della Federal Trade Commission.

Ma cosa significa questo per i prodotti beauty, di cui i grandi department store rappresentano un canale di distribuzione al dettaglio in rallentamento ma ancora importante? «Questa fusione potrebbe potenzialmente avere un impatto molto positivo sulla categoria del beauty luxury», ha affermato Edgar Huber, amministratore delegato di Nest, a WWD. «Saks ha costantemente dimostrato negli ultimi due anni di investire nella qualità dei propri negozi, di aver lanciato innovativi concetti di vendita al dettaglio, ospitalità e spazi di lavoro condivisi, di aver modernizzato le strategie di merchandising e il mix di assortimento».

Ha aggiunto che l’aspetto più interessante per lui è la partnership con Amazon. «Amazon collaborerà con Saks Global per ‘innovare per conto dei clienti e dei brand partner dopo la chiusura della transazione». Di recente, una serie di marchi prestigiosi, tra cui Clinique, Bumble & Bumble, Too Faced e Kiehl’s, si sono uniti ad Amazon dopo averlo escluso per anni, poiché le aziende di bellezza ora lo considerano molto più seriamente come canale di distribuzione. «Dovremo vedere come questo si svolgerà concretamente, ma si potrebbero immaginare sostanziali vantaggi reciproci per entrambi i rivenditori in termini di accesso ai marchi di lusso, data mining mirato, qualità dell’esecuzione online e logistica DTC», ha continuato Huber.

Elana Drell-Szyfer, CEO di Revive Skin Care, ha dichiarato a WWD che solo il tempo potrà dire in che modo l’accordo inciderà sul settore beauty di lusso, poiché le due aziende hanno un approccio molto diverso per quanto riguarda la bellezza. «In realtà c’è una grande differenza culturale nel modo in cui i due gestiscono le loro attività di bellezza e, sinceramente, direi che ultimamente l’attività di Saks si è concentrata molto di più su come guidare il business attraverso il digitale», ha affermato. «Ma Saks non si è appoggiata a tante esperienze in-store di marca e ad eventi fisici molto importanti per clienti o ambassador del marchio, a differenza di Neiman che invece adotta molto spesso questa modalità».

Drell-Szyfer ha aggiunto che per un marchio di prodotti di bellezza di lusso che non è presente in grandi rivenditori come Ulta Beauty o Sephora, questo potrebbe rappresentare uno svantaggio. «Ci sono meno posti in cui espandere davvero la propria attività come marchio di lusso, e questo non solo con il consolidamento dei due, ma anche con il fallimento di Neiman di qualche anno fa, quando hanno chiuso 13 negozi», ha affermato.

Secondo la società di ricerca immobiliare Green Street, ci sono otto centri commerciali che hanno al loro interno sia un negozio Saks Fifth Avenue che un negozio Neiman Marcus. Si potrebbe decidere di chiudere il più debole dei due in alcune sedi, a vantaggio del negozio rimanente. Anche Wendy Liebmann, amministratore delegato e responsabile degli acquisti presso WSL Strategic Retail, si è chiesta se la fusione potrebbe avere un impatto sul potere retail di un marchio.

«Potrebbe dare sia a Neiman che a Saks una maggiore redditività essere sotto lo stesso tetto o sotto la stessa azienda, ma dal punto di vista di branding, la capacità di negoziare, la capacità di creare un’offerta diversa e unica per un cliente è un po’ una sfida», ha detto. «Tuttavia, detto questo, tutte le persone intelligenti che conosco in questo mondo che hanno lavorato nel settore mi dicono che non possiamo più giustificare così tanti grandi magazzini di lusso in questo paese».

I lati della questione da valutare sono quindi due: perdere terreno perché si ha a che fare con un’azienda e un acquirente per cui il potere di negoziazione si dissiperà o proprio il fatto di avere alle spalle un’azienda più grande e più forte permetterà di incanalare le risorse in maniera più efficace?

[📷 John Stephen Dwyer / commons.wikimedia.org]

Tags: Beauty , Saks , Saks Global , Neiman