Skims: il brand di Kim Kardashian aprirà cinque nuovi store permanenti

Skims è senza dubbio uno dei brand più fortunati, desiderati e incisivi degli ultimi anni. Il marchio di Kim Kardashian è stato rivoluzionario sotto tantissimi aspetti, dalla comunicazione – inclusiva e minimalista -, al prezzo, ma soprattutto per la sua offerta variegata, ben oltre il semplice concetto di underwear; su Skims è possibile acquistate capi che, dalla lingerie all’activewear, dal dailywear a capi più sexy come abiti e sottovesti, permette a donne di ogni taglie e da ogni parte del mondo di avere accesso ad un guardaroba funzionale, cool, comodo e contemporaneo, ad un prezzo tutto sommato accessibile. Lanciato come progetto digitale, ad oggi sembra che il marchio sia pronto ad aprire i suoi primi negozi permanenti, concretizzando ancora di più il suo rapporto con la vasta community. I primi cinque store vedranno coinvolte cinque città americane diverse, con superfici che si estenderanno dai 3.200 ai 6.900 metri quadri.

Partendo questo giovedì, 13 giugno 2024, da Georgetown, Skims arriverà il prossimo 27 giugno 2024 ad Aventura, in Florida; a luglio sarà invece il turno di Austin, cui faranno seguito le aperture di Houston ad agosto e quella di Atalanta prevista invece per settembre. La scelta di questi specifici centri non è stata certo casuale, ma data da una fortunata combinazione di buoni immobili, dati demografici e una giusta base di clienti presenti in questi mercati.

Robert Norton, direttore commerciale di Skims, ha spiegato questo nuovo capitolo per il brand di underwear al magazine “WWD” con queste parole: «Siamo stati un marchio nativo digitale di grande successo, ma sapevamo che per sbloccare la fase successiva di crescita, era imperativo coinvolgere, connetterci e costruire davvero una relazione più profonda con il consumatore a livello fisico». Norton continua dichiarando che lo scopo principale di questi store è quello di apprendere i gusti e le abitudini d’acquisto dei consumatori in queste specifiche aree, in modo da poter applicare successivamente quanto appreso.

Se l’apertura di questi cinque nuovi store rappresenta un nuovo e importante passo in avanti per Skims verso la vendita al dettaglio fisica, non è stata certo la prima volta per il brand. Ha avuto fortuna anche in Italia, dove è stato protagonista di pop-up presso la Rinascente di Milano, che hanno accontentato i fan italiani desiderosi di poter toccare con mano e vedere dal vivo per la prima volta il proprio brand preferito sugli scaffali del famosissimo departement store. Ma non è certo l’unico esempio. Skims ha avuto infatti negli anni ben quattro pop-up indipendenti al The Grove di Los Angeles nel 2021; nel 2023, invece, è stato il turno di altre due aperture temporanee: una per la linea Skims Swimwear nel Miami Design District, un’altra al Rockfeller Center di New York. Anche per la collaborazione di Skims con il brand di lusso Fendi, è stata prevista l’apertura di pop-up in più di 13 città nel 2021, mentre nel 2023 altre otto città americane sono state selezionate per la promozione e la vendita della capsule Swarovski x Skims. Non solo, ci sono stati pop-up di Skims al The Corner di Nordstorm a New York; Ounass a Dubai; Lane Crawford a Chengdu, in Cina, e il negozio a Selfridges.

Adesso, però, si pensa ai negozi permanenti, che possono diventare un punto di riferimento fisso per la clientela di affezionati. Motivo per cui, soltanto sei mesi fa, per sondare un po’ il terreno in vista delle nuove aperture, è stato aperto uno store pilota ad Austin, in modo da comprendere come il cliente rispondesse a questo nuovo approccio tutto fisico.

Non sappiamo se l’impero di Kim Kardashian prima o poi sceglierà di espandere il proprio business fisico con degli store anche in Europa. Non c’è dubbio, però, che questo sarebbe il desiderio di molti.

[📷 instagram: skims]

Tags: Kim Kardashian , Skims , store