Skincare coreana: i segreti per avere una pelle di porcellana

In un periodo in cui la cinematografia coreana si sta imponendo sulla scena, i volti delle star sono sempre più riconoscibili e invidiabili. Pelle luminosa, giovanile e tonica.
Qual è il segreto?

Detergere, preparare, idratare e trattare: ecco i passi fondamentali della skincare coreana che attraverso la tecnica del layering regalano alla pelle la purezza di un’opera di porcellana.
Per la skincare di routine le donne coreane usano circa 15 prodotti di bellezza: le industrie locali immettono infatti sul mercato fino a 30 nuovi cosmetici ogni mese, pari al quantitativo occidentale in un anno.
I prodotti maggiormente utilizzati sono quelli a base di bava di lumaca, estratti di medusa, veleno d’ape e latte d’asina provenienti principalmente dalla Corea del Sud.

I nuovi trend di bellezza della K-beauty, per una vera e propria “glass skin”, richiedono l’utilizzo di ingredienti erboristici naturali, come vuole la lunga tradizione di questa cultura che vi ha dato il nome “hanbang”, termine con cui si intende appunto l’uso di tutti quegli ingredienti a base di erbe che hanno il fine di purificare e mettere in connessione l’esterno (il corpo) con l’interno (l’anima). Molto gettonati tra questi sono il ginseng e l’olio di semi di carota.

Per quanto concerne la detersione, la K-beauty prevede la “Double Cleansing”: nella prima fase in cui si consiglia l’utilizzo di prodotti a base oleosa che a contatto con l’acqua hanno il fine di eliminare ogni traccia di trucco, smog, sebo e altre impurità dalla pelle. Nella seconda è prevista una detersione schiumosa necessaria per completare la detersione eliminando cellule impure e morte.

Si procede con il secondo step: la preparazione della pelle ai trattamenti successivi attraverso l’esfoliazione. Anche qui prodotti enzimatici biologici attraverso scrub o gommage.

Fondamentale l’utilizzo del tonico per idratare, lenire, rinforzare e stimolare il rinnovamento cellulare, combattendone l’invecchiamento. Possono essere sieri, ampoule o essence, ricchi di estratti naturali, principi attivi, fermenti lattici. Uno step che andrà ovviamente completato con l’utilizzo di creme ad hoc – e all’occorrenza maschere viso – da scegliere in base al proprio personale tipo di pelle.

Tags: beauty routine , coreana , i segreti , K-beauty , skincare