Terence Hill gira l’ultima scena di “Don Matteo”

E’ ufficiale l’addio di Terence Hill alla serie “Don Matteo” dopo 20 anni in cui ha vestito i panni del prete più amato d’Italia.
L’attore aveva annunciato da tempo la fine del suo percorso con questo personaggio che ha lasciato nei giorni scorsi quando ha girato la sua ultima scena nella chiesa di Santa Eufemia a Spoleto.
La “Lux Vide” e “Rai Fiction” hanno elogiato Terence e il suo talento: «Grazie a Terence Hill per la dedizione e la fedeltà con cui ha prestato il suo “Mito” ad un personaggio che è entrato per 20 anni con gentilezza nelle case di tutti gli italiani, dando sempre una parola di speranza. Grazie per l’umiltà con cui lui stesso ha sempre ringraziato tutti per il lavoro fatto in questi 20 anni, segno della grandezza della sua persona. Un uomo intelligente e umile che ha sempre messo al centro il lavoro di squadra e il suo amore per Don Matteo, la serie più amata dagli italiani. Grazie perché è stato come un grande padre che in questi anni ci ha permesso di crescere e di sbagliare… perché con il suo mito ci proteggeva e ci permetteva di avere sempre l’affetto del pubblico».

Un addio che lascerà un po’ vuoto il cuore di milioni di persone, dopo oltre 250 episodi. Hill ha scelto di lasciare il personaggio per dedicarsi alla propria vita privata: «Sente il bisogno di dedicarsi ad altro e anche di trascorrere più tempo con mia mamma. Lascia Don Matteo come ha fatto con Un passo dal cielo. Il fatto è che queste serie lo impegnano per lunghi mesi sul set, ogni giorno. Papà non è più un ragazzino, anche se sembra infaticabile. Farà altre cose, meno impegnative”, ha dichiarato il figlio Jess.

Terence sarà presente nelle prime puntate della nuova stagione e poi uscirà di scena. Il nuovo protagonista avrà il volto di Raoul Bova: sarà all’altezza di cogliere l’eredità lasciata dal grande artista? Le aspettative sono alte ma lo è anche il talento di Bova…non ci resta che aspettare. 

Tags: Addio , Don Matteo , lascia la serie , Lux Vide , Rai Fiction , Raoul Bova , Terence Hill