Thom Browne curerà 10 aste di Sotheby’s

Il designer newyorkese Thom Browne, presidente del CFDA (Council of Fashion Designers of America), è stato scelto da Sotheby’s come curatore per le prossime aste “Visions of America”. Si tratta di un evento di 10 aste, che inizierà con una mostra dal 12 al 20 gennaio, pensato per rendere omaggio «all’artigianato e alla cultura americana» con una selezione di 500 oggetti. Saranno messi all’asta dipinti, mobili, decorazioni, mappe, bottiglie di whisky, manoscritti e libri, oltre ad una gamma di prodotti di moda d’archivio, di cui Thom Browne è un amante e collezionista. Il designer, in particolare, ha creato una sezione speciale per le aste, che comprenderebbe una coppia di sedie in mogano Chippendale, un ritratto di George Washington di Charles Willson Peale e una coppia di piatti cinesi della dinastia Qing.

«Sono un designer americano», ha dichiarato lo stilista, «e ho pensato che sarebbe stato interessante rappresentare l’arte americana attraverso i miei occhi». Thom Browne, inoltre, guiderà anche la parte dell’asta dedicata alla moda, “Defining American Style”, e il ricavato sarà destinato a borse di studio e opportunità per gli stilisti attraverso il CFDA. L’asta di moda, che non è ancora stata finalizzata, comprenderà le creazioni di circa 30 stilisti, tra designer emergenti e abiti da red carpet che non sono ancora stati rivelati. Secondo quanto riportato da Business of Fashion, Thom Browne avrebbe anticipato che saranno inclusi articoli noti nella storia della moda, come il primo abito a portafoglio di Diane von Fürstenberg. Tuttavia, Sotheby’s non ha confermato se l’abito sarà presente all’asta.

Crediti foto: Pixelformula, SIPA / IPA

Tags: moda , Fashion , Sotheby's , Thom Browne