Tommaso Zorzi: «Qual è il limite che l’esasperazione di questo politicamente corretto ha su di noi e sulla società?»

Tommaso Zorzi, nel suo appuntamento settimanale all’interno di “Facciamo finta che”, il programma di Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri in onda su R101, si è esposto sul politicamente corretto: «Siamo tutti d’accordo che nel 2021 ci deve essere un’attenzione al linguaggio e in una certa misura il politicamente corretto deve essere applicato al linguaggio di tutti i giorni, ma qual è poi il limite che l’esasperazione di questo politicamente corretto ha su di noi e sulla società? L’indice di questo è stato un recente avvenimento che coinvolge l’artista Mirella Bentivoglio, mancata quattro anni fa. Una galleria sarda si è proposta di ospitare una sua mostra della quale fa parte una delle sue opere più famose che si chiama “Fiore nero” che è una rosa nera ritagliata da articoli di giornale che riprendono la notizia di un ragazzo di colore ucciso. […] Ora Facebook ha censurato questa opera poiché contiene quella parola lì che adesso non si può più dire per descrivere una persona di colore quando in realtà lei vuole dire esattamente il contrario, che non va bene usare quella parola lì, però per dirti quale parola non si deve usare io quella parola la devo usare perché sennò non sai di cosa stiamo parlando. Ora è giusto che il politicamente corretto arrivi a censurare anche la propria causa? […] Tolti gli insulti e tolte le parole che non vanno usate, ma uno può vivere interrogandosi su ogni minima virgola? Noi possiamo di comune accordo eliminare tutti quei termini sensibili, ma sulle altre cose bisogna trovare un comune accordo, una misura dove si riesce a districarsi tra quello che non è politicamente corretto e quello che non è corretto ma si può considerare non offensivo».

Maurizio Costanzo gli ha poi domandato quale sia il suo rapporto “con il tzvip”, Zorzi ha risposto: «Io sono in ottimi rapporti, loro sono la mia costola social […] Io non pretendo di essere il paladino di nessuno, se non di me stesso e dunque non mi elevo a guru, anche perché volutamente mi sto staccando un po’ dai social per quanto riguarda la mia vita privata, che non mi va di mettere proprio alla mercé di chiunque».

Tags: Carlotta Quadri , Facciamo finta che , MAurizio Costanzo , politicamente corretto , R101 , Tommaso Zorzi , TzVip