Travis Scott: dopo l’arresto il cantante trasforma in una t-shirt la sua foto segnaletica

Risale alle prime ore di ieri, giovedì 20 giugno 2024, la notizia relativa all’arresto a Miami del rapper statunitense Travis Scott, accusato di ubriachezza molesta e violazione di proprietà. Secondo quanto riportato dal profilo X (ex Twitter) del giornalista televisivo di “7 News”, Sheldon Fox, il rapper avrebbe arrecato più e più volte disturbo ai residenti di una barca che, dopo numerosi avvertimenti, si sono rivolti alle autorità. Preso in custodia dalla polizia locale all’1:37 di ieri, il rapper avrebbe ammesso il suo stato di ubriachezza, rispondendo alle domande inquisitorie con un “It’s Miami”. Ora Scott è tornato a piede libero, dopo aver pagato una cauzione fissata a $500 per violazione di domicilio, a cui si è aggiunta quella di $150 per intossicazione molesta.

Travis Scott però non si è certo lasciato intimorire da questo episodio che l’ha visto protagonista, trasformandolo, al contrario, in un’occasione. Così, ieri stesso, è comparsa sul sito web del rapper una t-shirt nera che riporta la sua foto segnaletica stampata sotto la scritta “It’s Miami”, venduta alla cifra di $35. Parte del ricavato della vendita – pari a $5 – della “Free the Rage Tee #2” t-shirt sarà devoluto alla “Cactus Jack Fundation”, un’associazione che si occupa di garantire misure a sostegno dell’istruzione dei giovani.

[📷 shop.travisscott.com]

Tags: Travis Scott , Mugshot