Tut(t)e unite per una buona causa

Si chiama “Mambacita” l’ultima idea di Vanessa Bryant per onorare il ricordo della figlia Gianna, scomparsa il 26 gennaio 2020 in un incidente aereo insieme al papà Kobe.
La linea di abbigliamento è stata lanciata il 1 maggio, giorno in cui Gianna avrebbe compiuto 15 anni. I proventi della vendita verranno devoluti tutti in beneficienza alla Mamba and Mambacita Sports Foundation, che supporta in particolare lo sport femminile.
Hanno subito sposato la causa numerose star, indossando la tuta in tie-dye con il logo fucsia ben in vista.
“Sarà per sempre d’ispirazione per me la famiglia Bryant. Sono onorata di prender parte a questo progetto” ha scritto Lily Collins.
Ellen Pompeo, la star di “Grey’s Anatomy” ha mostrato la felpa in uno scatto con la figlia su Instagram augurando a Gianna un buon compleanno.
Anche Cindy Crawford, Eva Mendes e Kim Kardashian hanno indossato la felpa aggiungendo l’hashtag #PlayGigisWay.
E ovviamente non poteva mancare il contributo delle stelle della NBA, a partire da Devin Booker, fidanzato di Kendall Jenner, che ha investito finanziariamente nel progetto per sostenere Vanessa Bryant. “Farò QUALSIASI COSA pur di aiutarti” le ha promesso. Attorno al dolore di Vanessa si è stretto tutto il mondo, ma nonostante la tragedia, con la sua forza e determinazione l’esempio più bello continua a darlo proprio lei.

Tags: cindy crawford , Eva Mendes , Kim Kardashian , lyly collins , vanessa bryant