Tutti i vincitori degli Emmy Awards 2021

Nella notte tra domenica 19 e lunedì 20 settembre, a Los Angeles si è svolta la cerimonia di premiazione degli Emmy Awards. Condotti dal comico Cedric The Enternainer, la serata ha visto l’introduzione di un nuovo regolamento più attento al rispetto dei generi – per la prima volta i premi non contenevano riferimenti “gender” – e della categoria dei “performer” al posto di quelle di “attore” o “attrice”.

Come da pronostico, “The Crown” vince il premio come miglior serie drammatica conferendo a Netflix la statuetta per la prima volta. La seria sulla famiglia reale britannica si è aggiudicata i premi per la migliore attrice protagonista, vinto da Olivia Colman, e per il migliore attore, vinto da Josh O’Connor, oltre che per regia e sceneggiatura.

“Ted Lasso” vince il premio come miglior serie comica e si aggiudica inoltre la statuetta per il miglior attore non protagonista in una commedia, Brett Goldstein, e la migliore attrice non protagonista, Hannah Waddingham.

L’Emmy alla miglior miniserie, andata in onda per una sola stagione, va a “La Regina degli Scacchi”.

Kate Winslet spicca tra i protagonisti della serata vincendo il premio come miglior attrice in una serie limitata grazie alla sua partecipazione in “Omicidio a Easttown”. La serie si è aggiudicata, inoltre, i premi per i non protagonisti con Evan Peters e Julianne Nicholson.

Ewan McGregor conquista il premio come miglior attore protagonista in una serie limitata per aver interpretato lo stilista americano degli anni Settanta, Halston, nella serie omonima.

Riconoscimenti anche per la dark comedy grazie ad “Hacks”: Jean Smart nel ruolo di Deborah Vance, leggendaria diva del cabaret di Las Vegas costretta ad assistere al declino della sua carriera, si è aggiudicata il premio alla miglior attrice in una serie comica. Lucia Aniello conquista, invece, il premio alla regia e Paul Downs alla sceneggiatura.

Nonostante le 42 nomination, solo due statuette sono state vinte da artisti neri, riportando in auge il problema della mancata di inclusione nei cast hollywoodiani. A conquistare i premi sono stati la drag queen RuPaul per “RuPaul’s Drag Race” e Michaela Coel per “I may destroy you”.

Netflix sbaraglia la concorrenza delle altre case di produzione, con un totale di 44 premi vinti, seguono Hbo,  Disney+ e Apple TV.

Tags: Apple TV , Brett Goldstein , Disney+ , Emmy Awards , Ewan McGregor , Hacks , Halston , Hannah Waddingham , HBO , Jean Smart , Josh O'Connor , Kate Winslet , La Regina di Scacchi , Netflix , Olivia Colman , Omicidio a Easttown , RuPaul's Drag Race , Ted Lasso , The Crown