Virgil Abloh: la vedova Shannon parla della loro vita privata

Un anno dopo la morte di Virgil Abloh, la vedova Shannon si apre riguardo alla loro vita privata, la loro relazione e la battaglia dello stilista contro il cancro. Il designer di Off-White e direttore creativo di Louis Vuitton è morto lo scorso 28 novembre a causa di un angiosarcoma cardiaco, un cancro molto raro e aggressivo. Nel periodo di malattia si sarebbe sottoposto a moltissime terapie, senza mai fermare il flusso della sua arte. A quanto dichiarato da Shannon Abloh in una recente intervista per New York Times, la coppia non ha mai avuto una discussione riguardo l’eredità del operato artistico, ma lei “conosceva ogni centimetro del suo corpo e della sua mente”.

“Sapevamo di voler costruire questa famiglia unita e avevamo bisogno di qualcuno che fosse un partner stabile. Ero felice di farlo”, ha dichiarato Shannon durante l’intervista. La diagnosi della malattia di Virgil ha coinciso con il periodo di pandemia da Covid-19, perciò la famiglia – inclusi i due bambini Lowe e Grey – ha avuto più tempo per rimanere unita. “So che il Covid è stato una cosa incredibilmente difficile per così tante persone, ma per noi è stato un momento fantastico perché Virgil non ha dovuto trovare scuse per uscire dagli spettacoli o fare il DJ. Nessuno poteva andare da nessuna parte. Quindi siamo stati in grado di vivere quegli ultimi due anni e mezzo” ha aggiunto Shannon.

Virgil Abloh è ricordato in tutto il panorama artistico come un designer visionario e un uomo dal cuore d’oro. Il designer è nato nel 1980 e si è spento all’età di 41 anni. Nel 2012 aveva fondato il suo brand Off-White, mentre dal 2018 al 2021 ha ricoperto il ruolo di direttore creativo della linea maschile di Louis Vuitton.

Tags: Louis Vuitton , Off-White , Shannon Abloh , moda , Fashion , Virgil Abloh