Vivienne Westwood: l’asta di Christie’s con il suo guardaroba sarà disponibile il 25 e il 28 giugno 2024

La notizia di un’asta con il guardaroba di una delle designer più iconiche della storia aveva già fatto il giro del mondo qualche settimana fa, ma ora Christie’s ha rilasciato le date ufficiali: il guardaroba di Vivienne Westwood sarà disponibile con una prima vendita dal vivo il prossimo 25 Giugno 2024, e una online a partire dal 28 Giugno.

Di solito Christie’s apre le mostre pochi giorni prima che la vendita abbia effettivamente luogo, ma in questo caso, la richiesta era talmente alta e l’interesse talmente vivo che il guardaroba della Queen of Punk è già stato esposto e rimarrà visibile il più a lungo possibile. La mostra, intitolata “Vivienne Westwood: The Personal Collection” vanta circa 300 pezzi d’archivio esclusivi, è stata già annunciata nella sede ufficiale della casa d’aste con un gigantesco cartello rosa al neon del brand, proprio sulla facciata di King Street St., e sarà un omaggio alla ricerca dettagliata di Westwood su costumi, tessuti e tecniche storiche, tra abiti da ballo, corsetti e collane di perle.

Sullo sfondo, quadri che rappresentano alcuni dei personaggi fondamentali della storia britannica, come quello di una giovane Elisabetta I e Anna Bolena, ma ciò che susciterà senza dubbio l’attenzione del pubblico sarà il daily wear della designer, tra tradizione e sovversione. Tra questi un abito drappeggiato, asimmetrico, in velluto a coste color cacao su cui Westwood faceva affidamento per le riunioni di lavoro; l’abito camicia di cotone patchwork che ha preparato per il suo viaggio in Kenya con le Nazioni Unite e il maglione rosso a costine con le maniche sfilacciate che indossava regolarmente durante le sue gite in bicicletta da e per il suo studio di Londra.

Ci sono anche testimonianze delle abilità di Westwood con ago e filo e quelle del suo impegno per il riciclaggio. “Compra meno vestiti” era uno dei suoi motti preferiti, e per questo ha sempre cercato di conferire agli abiti più lunga vita possibile, ricorrendo a riparazioni che lei stessa faceva. Non solo la Vivienne spettacolare e drammatica ma anche quella pratica, funzionale, che è stata in grado di vestire nel quotidiano le donne di più generazioni.

I proventi della vendita andranno poi a una varietà di enti di beneficenza, sostenuti dalla stessa stilista quando era ancora in vita: The Vivienne Foundation; Médecins Sans Frontières, Amnesty International e Greenpeace Environmental Trust.

[📷 Getty Images]

Tags: Vivienne Westwood , Christie's