Warner Music Italy interrompe il rapporto contrattuale con Morgan dopo i dettagli emersi sul processo di Angelica Schiatti

Nelle ultime ore della giornata di oggi, 10 luglio 2024, “Il Fatto Quotidiano” ha approfondito il processo – iniziato pochi mesi fa dopo 4 anni dalla prima denuncia e ulteriormente rimandato – ai danni di Morgan che, secondo quanto riportato, avrebbe “perseguitato” la cantautrice Angelica Schiatti, con cui avrebbe avuto una frequentazione. I dettagli emersi avrebbero infatti portato alla luce anche minacce e offese nei confronti dell’artista, di sua madre e del suo attuale compagno, Edoardo D’Erme, in arte Calcutta. 

Dopo aver fatto parlare molto nelle ultime ore, Angelica Schiatti ha deciso di condividere un messaggio sul proprio profilo Instagram, dove ringrazia per la solidarietà e afferma che, seppur restando in silenzio perché sono già i fatti a parlare, continuerà a combattere la sua battaglia: «Grazie di cuore per la solidarietà e l’affetto che sto ricevendo da molti di voi. Sono stata in silenzio quattro anni e continuerò a restarci (tanto sono i fatti che parlano per me) sperando che la giustizia possa fare il suo corso in tempi umani. Mi sono sentita e mi sento molto sola e abbandonata dalle istituzioni. Questa mia è la condizione di una donna che trova il coraggio per denunciare in Italia, che cerca di difendersi e di tutelare la propria dignità e che non dovrebbe mai essere lasciata sola», ha scritto l’artista.

Anche Calcutta, il suo attuale compagno, si è eccezionalmente esposto sui social, affrontando l’argomento attraverso diverse Instagram stories, dove, rivolgendosi anche all’etichetta Warner Music Italy e ai suoi dipendenti, afferma: «Odio parlare della mia vita privata anzi odio parlare ma adesso mi tocca. Oggi sono usciti diversi articoli che parlano di quello che ha dovuto subire la mia ragazza in questi 4 anni. Vi assicuro che i fatti atroci riportati nell’articolo sono solo una piccola parte di quelli accaduti e hanno modificato la nostra vita più di quanto si possa immaginare. La cronaca purtroppo parla troppo spesso di vicende simili che finiscono nel peggiore dei modi». In una story seguente ha aggiunto: «Warner music Italia (che non posso taggare perché è già nella lista account bloccati) ha deciso di offrire un contratto a questo persecutore con questa etichetta nonostante fosse a conoscenza dei fatti. Per questo mi sembra giusto interrompere ogni mio possibile rapporto lavorativo. Le canzoni che scrivo non saranno più disponibili per gli/le interpreti del loro elenco, e tutti i suoi dipendenti non sono più i benvenuti ai miei concerti. Non sarà un piacere neanche incontrarli per strada sinceramente perché chi si comporta così restando in silenzio ai miei occhi è complice. Guardatevi dentro ogni tanto».

Non sono mancati colleghi e amici che hanno mostrato il proprio supporto ad Angelica e Calcutta. Da Levante, che ha pubblicato un post su Instagram scrivendo: «Con questa nota esprimo la mia profonda solidarietà nei confronti della cantautrice Angelica Schiatti riguardo la triste vicenda che la coinvolge. Soltanto oggi vengo a conoscenza di alcuni dettagli gravissimi e dolorosi. Dato che alcune di queste circostanze sono state rese pubbliche solo poche ore fa, mi auguro che la casa discografica WARNER prenda una posizione chiara e la manifesti pubblicamente. Diversamente mi troverei in una situazione di forte disagio. Ne ho bisogno in quanto donna e in quanto artista. È arrivato il momento di scegliere da che parte stare in merito a comportamenti come revenge porn, violenza sulle donne, maschilismo, stalking e tutto ciò che inquina la nostra società e su cui non dobbiamo mai abbassare la guardia». Anche Tommaso Paradiso ha scritto: «Sono vicino con tutto il mio cuore ad Angelica, una cara amica, che ha passato l’inferno restando in silenzio. Vittima di un sistema che evidentemente non funziona più, che probabilmente non ha mai funzionato e che è arrivato al capolinea. Vittima di un sistema che non guarda più in faccia a nessuno. Questa storia è l’ennesima, pesantissima, gravissima storia che ci racconta di un mondo che ha perso umanità o forse che ha perso e basta. Viviamo costantemente abbagliati dalla merda, merda che prima o poi esce fuori e fa male. Fatela finita, tutti! Soprattutto voi che occupate “alte” posizioni e che fate finta di niente fino a che tutto tace. Basta! Vi abbraccio forte Angelica ed Edoardo».

Alla luce di questi fatti, la stessa Warner Music Italy, attraverso i propri canali social, ha diffuso una nota in cui comunica la decisione di cessare il rapporto contrattuale in corso con Morgan. Nella nota, infatti, si legge: «Warner Music Italy, alla luce dei contenuti e dei messaggi emersi e riportati dalla stampa italiana in data odierna, dà mandato ai propri legali per interrompere il rapporto contrattuale in corso con l’artista Morgan lasciando che la questione sia dibattuta nelle giuste sedi». Inoltre, in seguito ai fatti riportati, la Rai ha emesso un comunicato, apparso sul sito nella giornata di oggi – 10 luglio 2024 – dal titolo “Nessun contratto in essere con Morgan”. Nella nota si legge: «In riferimento alle polemiche sulla vicenda giudiziaria che coinvolge Morgan, Rai precisa che al momento non ha in essere alcun contratto con l’artista. Era stato annunciato un progetto che non è stato perfezionato. Anche in considerazione di questo, non era prevista la sua presenza alla presentazione dei Palinsesti il prossimo 19 luglio a Napoli».

[📸 IPA]

Tags: Morgan , Calcutta , Angelica Schiatti , Warner Music Italy