Xin zhong shi, il “nuovo stile cinese” che è tornato ad appassionare i giovani in Cina

Ricco di una storia secolare, l’abbigliamento tradizionale cinese sembra essere tornato sotto i riflettori, declinato in nuovi modi contemporanei che incontrano il gusto delle nuove generazioni, sempre rispettando la tradizione. In particolare si parla dell’Hanfu, l’abito tradizionale dei cinesi Han, apparso all’epoca degli imperatori Yang Di e Huang Di, che sono considerati gli antenati di tutti gli Han, ovvero la principale etnia cinese.

Precedentemente indossato in occasioni speciali, l’Hanfu in Cina è ora tornato sotto i riflettori, seguendo una tendenza più ampia chiamata “Xin zhong shi”, ovvero “nuovo stile cinese”. Uno stile che tiene in considerazione la tradizione declinandola in modo assolutamente contemporaneo, che abbraccia l’abbigliamento ma anche molti altri aspetti del design, come ad esempio l’arredamento. Secondo l’agenzia di stampa statale Xinhua, riporta la CNN, sulle piattaforme di social media cinesi Weibo e Xiaohongshu, le ricerche di hashtag “nuovo stile cinese” e “nuovi abiti in stile cinese” hanno superato i 100 milioni all’inizio di aprile 2024, mentre il China National Textile and Apparel Council stima che la dimensione del mercato del nuovo stile cinese nel 2023 abbia raggiunto 1 miliardo di yuan, ovvero quasi 138 milioni di dollari. 

Ma c’è anche chi, oltre ad apprezzare il ritorno in chiave moderna dello stile tradizionale cinese, riflette anche sull’etimologia forse fuorviante della tendenza. «Non sono fan di questo termine “nuovo stile cinese”, perché per me è come dire nuovi vestiti francesi, nuovi vestiti italiani», ha detto la designer Ian Hylton alla CNN, aggiungendo: «Non c’è niente di nuovo. C’è un nuovo modo di affrontarlo, ma in qualche modo viene trattato come una tendenza, come gonne corte o lunghe. Fanno parte di una cultura, sono il tessuto e la composizione di una cultura».

[📸 msmin.com]

Tags: Hanfu , Nuovo stile cinese , Xin zhong shi